Paolo Salvatori, nato a Roma nel 1954, dopo aver conseguito la Laurea in Scienze Politiche entra a far parte dell’Amministrazione dello Stato nel settore del Commercio internazionale.

Transitato ben presto negli Apparati di sicurezza nazionali, è stato impegnato per quasi tre decenni nel contrasto a minacce particolarmente insidiose come il traffico di tecnologie sensibili, la proliferazione di armi di distruzione di massa e il terrorismo internazionale.

È stato Direttore della Divisione Controproliferazione e della Divisione Controterrorismo dell’Agenzia Informazioni e Sicurezza Esterna (AISE).

Il 20 aprile 2018 ha pubblicato con l’editore La Lepre Edizioni il saggio dal titolo: “Spie? L'Intelligence nel sistema di sicurezza internazionale”, la cui prefazione è stata curata da Robert Gorelick, già responsabile della C.I.A. in Italia, e la postfazione da Alberto Manenti, già Direttore dell'A.I.S.E.